Archivio news - heading

Elementi Navigazione

2024

Il Governatore del Missouri Michael Parson in visita alla sede Buzzi
24 maggio 2024

Il Governatore del Missouri Michael Parson in visita alla sede Buzzi

Nell’ambito di una articolata missione commerciale in Italia, il Governatore del Missouri Michael Parson è stato, il 21 maggio, ospite di Buzzi insieme alla moglie Teresa e a una nutrita delegazione composta da senatori e membri dell’amministrazione.

Ad accoglierli presso la Sede sono stati la Presidente Veronica Buzzi, l’Amministratore Delegato Pietro Buzzi, il Direttore Generale Dirk Beese e il Direttore Tecnico di Gruppo Luigi Buzzi.

Nello Stato del Missouri il gruppo conta due importanti insediamenti produttivi, a Cape Girardeau e a Festus: questa è stata l’occasione per illustrare il fruttuoso percorso di cooperazione in atto nel Midwest, nel quale l’azienda continua da anni a investire in infrastrutture, tecnologie e capitale umano, con un occhio di riguardo per la comunità locale in cui è pienamente inserita.

 

Buzzi ottiene il controllo di Cimento Nacional in Brasile
17 maggio 2024

Buzzi ottiene il controllo di Cimento Nacional in Brasile

Tra le giornate del 16 e 17 maggio, Buzzi SpA ha ricevuto la comunicazione di esercizio dell’opzione put attribuita, nell’ambito degli accordi esistenti, al Grupo Ricardo Brennand, avente ad oggetto la partecipazione del 50% in NCPAR (già BCPAR), la joint venture paritetica attraverso la quale Buzzi opera in Brasile dal 2018. Per effetto di tale esercizio Buzzi acquisirà il controllo al 100% di NCPAR.

NCPAR possiede 5 cementerie a ciclo completo e 2 centri di macinazione, con una capacità produttiva totale pari a oltre 7,2 milioni di ton/anno.

L’esecuzione del contratto di compravendita, conseguente all’esercizio dell’opzione put, è subordinata all’approvazione da parte dell’autorità antitrust in Brasile (CADE). Si ritiene che il trasferimento della partecipazione possa probabilmente aver luogo entro la chiusura dell’esercizio in corso.

Giornata Mondiale per la Salute e Sicurezza sul Lavoro
28 aprile 2024

Giornata Mondiale per la Salute e Sicurezza sul Lavoro

In occasione della Giornata Mondiale della Salute e Sicurezza sul Lavoro, Buzzi rinnova il suo impegno per garantire un ambiente lavorativo sicuro per tutti i suoi dipendenti.

La salute e la sicurezza dei collaboratori sono priorità assolute e costituiscono il fondamento di ogni attività. L’azienda si impegna a promuovere una cultura della sicurezza che vada oltre il rispetto delle normative, per abbracciare un approccio olistico che tuteli il benessere fisico, mentale e sociale di tutti coloro che fanno parte della nostra realtà. Solo attraverso un impegno collettivo e continuo è possibile garantire un ambiente di lavoro sicuro, sano e inclusivo per tutti.

Negli ultimi 6 mesi abbiamo aggiornato la politica di Gruppo presentandola all’organizzazione attraverso nuovi materiali multimediali e workshop, facilitando l’interazione e condividendo le esperienze per raggiungere l’obiettivo “Infortuni Zero”.

Buzzi pubblica il Bilancio di Sostenibilità 2023
17 aprile 2024

Buzzi pubblica il Bilancio di Sostenibilità 2023

Nel Bilancio di Sostenibilità 2023 sono riportate le informazioni riguardo le performance del Gruppo in ambito ambientale, sociale e di governance.
 
Nel 2023 Buzzi ha ulteriormente ridotto le sue emissioni di CO2, in linea con gli obiettivi della roadmap "Our Journey to Net Zero" al 2030 e al 2050, mentre è aumentato l'utilizzo di energia rinnovabile, di cui una quota autoprodotta con impianti fotovoltaici. 

Parlando di sensibilità ambientale, spazio al report sul progetto mirato al monitoraggio e alla salvaguardia della biodiversità presente nelle cave, in collaborazione con l'Università del Piemonte Orientale (UPO).
 
Con la pubblicazione della nuova Politica Salute e Sicurezza, l’azienda si impegna a raggiungere l'obiettivo “zero infortuni”, attraverso iniziative che promuovono una cultura di salute e sicurezza ancora più inclusiva, diffusa e coinvolgente. 
 
Infine, sono presentati i risultati dell'analisi, svolta nel 2023, su pratiche e attività per la tutela dei Diritti Umani per verificare il livello di maturità dell’azienda e le possibili aree di miglioramento.
 

Buzzi Unicem USA e Lehigh University si aggiudicano finanziamenti per un progetto di decarbonizzazione
06 marzo 2024

Buzzi Unicem USA e Lehigh University si aggiudicano finanziamenti per un progetto di decarbonizzazione

Buzzi Unicem USA e Lehigh University hanno ricevuto un finanziamento di 2 milioni di dollari dal Dipartimento per l'Efficienza Industriale Energetica e l'Ufficio per la Decarbonizzazione degli Stati Uniti (IEDO) per sviluppare un progetto sui cementi Portland non ordinari a basso contenuto di carbonio, i quali possono contribuire alla decarbonizzazione delle industrie attraverso l’introduzione di argille calcinate a bassa temperatura. Questo progetto, partito nel 2023, consiste nell’utilizzo di argille calcinate come legante alternativo per il calcestruzzo, ottenendo durabilità attraverso l'arricchimento dell'argilla. Le argille calcinate risultano un promettente materiale cementizio supplementare a basso contenuto di CO2 con un’impronta di carbonio inferiore del 50% rispetto al cemento tradizionale.

La sovvenzione si inserisce all’interno del finanziamento di 171 milioni di dollari recentemente annunciato per 49 progetti, promosso dallo IEDO, per ridurre le emissioni di gas serra industriali e accelerare lo sviluppo di tecnologie innovative di decarbonizzazione.

Carbon Disclosure Project premia l’impegno di Buzzi
15 febbraio 2024

Carbon Disclosure Project premia l’impegno di Buzzi

Nell’ambito della strategia di decarbonizzazione dell’azienda, dopo la validazione del nostro target di riduzione delle emissioni di CO2 da parte della Science Based Target initiative (SBTi), Buzzi ha ripreso nel 2023 la partecipazione al questionario del Carbon Disclosure Project (CDP) ricevendo lo score B. In questo modo, l’azienda ha rafforzato il proprio impegno verso la trasparenza ambientale rendendo pubblici i dati inerenti alla propria impronta ecologica.

CDP è un’organizzazione globale, senza scopo di lucro, che gestisce la piattaforma di divulgazione ambientale leader a livello mondiale: raccoglie dati sulle emissioni di gas ad effetto serra e la loro gestione e valuta le società sulla base dell'informativa comunicata e delle loro performance. La sua metodologia prevede l’assegnazione di uno score per le aziende partecipanti, sulla base della completezza della divulgazione, della consapevolezza e della gestione dei rischi climatici e della dimostrazione di attuazione delle migliori pratiche, come fissare obiettivi ambiziosi.

Attraverso la divulgazione tramite CDP, Buzzi è pronta a rispondere alla crescente domanda di trasparenza ambientale da parte di istituzioni finanziarie, clienti e policy maker.

Per maggiori informazioni visita il sito: https://www.cdp.net/en

Massimo Toso nuovo Presidente di PCA
11 gennaio 2024

Massimo Toso nuovo Presidente di PCA

Massimo Toso, attuale Presidente e Amministratore Delegato di Buzzi Unicem USA, è stato eletto Presidente di PCA, Associazione statunitense che promuove l'uso di cemento e calcestruzzo non solo negli USA ma anche a livello internazionale in partnership con altre organizzazioni dello stesso settore.
All’interno di questa Organizzazione, Massimo Toso ha ricoperto nel 2023 il ruolo di Vice Presidente.

Uno degli obiettivi di PCA è il raggiungimento della neutralità carbonica entro il 2050, definendo la Roadmap come una strategia complessiva per l'industria del cemento, del calcestruzzo e delle costruzioni per raggiungere questo ambizioso traguardo.

A questo proposito, il nuovo presidente del Consiglio di amministrazione di PCA, Toso, ha dichiarato: "Mentre assumo il ruolo di presidente in questo momento cruciale, lasciamo che la nostra leadership si unisca in un impegno condiviso. Insieme, come industria del cemento, dobbiamo confermare il nostro obiettivo, essere parte del programma di riduzione delle emissioni di carbonio definito dalla Roadmap di PCA verso la neutralità carbonica, ed essere sicuri che il cemento e il calcestruzzo rimarranno i materiali da costruzione più resilienti e sostenibili sul mercato."